Emoji Kumaux

Compleanni, feste, ricorrenze, appuntamenti. Riceviamo costantemente un gran numero di messaggi e nella maggior parte di essi non ci sono solo parole; non intendo fare riferimenti a sentimentalismi o a relazioni che quei messaggi descrivono, intendo dire che, oltre alle parole, c’erano quasi sempre anche delle emoji!
Diciamo la verità, a tutti piace usare le emoji per comunicare: sono veloci, sintetiche, tolgono l’imbarazzo di non saper cosa rispondere e possono essere utilizzate in conversazioni poliglotte.

Cominciamo a dare qualche numero:
– in principio furono le emoticons: set di caratteri che, messi in ordine, creavano rappresentazioni facciali : – ) ; – ) : – P : – D…. poi nel 1990 l’operatore telefonico giapponese NTT DoCoMo le trasformò in una completa rappresentazione grafica. Da quel momento partì l’inesorabile invasione globale che dall’Asia ha conquistato tutto il globo
– secondo la startup londinese Swyftkey, più di 6 miliardi di emoji sono scambiate ogni giorno nei sistemi di messaggistica
– nello standard internazionale dei contenuti testuali UniCode 6.0 vengono elencate 722 emoji (ma si supera anche al migliaio per quelle non codificate)
– le emoji più usate sono quelle che rappresentano felicità, esclusi i francesi: loro usano di più i cuori

Emoji utilizzoTutti le app di messaggistica forniscono un gran numero di emoji, Facebook consente di aggiungerle assieme a stickers sulle nostre foto, Instagram dichiara che metà dei tag caricati contengono emoji, quelli di Admojis ne hanno creato una nuova interpretazione in chiave ironica (cercatela e dedicateci qualche minuto: merita), è stato creato il “World Emoji Day” il 17 Luglio….

Emoticons Kumaux

…questi numeri non potevano non entrare nelle agenzie creative e negli uffici Marketing, generando nuove idee e nuove strategie comunicative: l’inizio di una nuova forma di comunicazione che torna ad usare simboli per esprimere concetti.
Su media tradizionali (come carta stampata e cartellonistica) compaiono già Emoji a sintetizzare dei contenuti, come dei facili rebus da risolvere, ma è nel mondo mobile e social che le emoji trovano il loro ambiente perfetto, portando le aziende a fare scelte strutturali e comunicative, come per Apple che in iOs 8.3 ha scelto di inserire set di emoji che rispettano diversità di genere, di etnia e di orientamento sessuale, seguita poi da tutte le applicazioni di messaggistica.

Dal punto di vista dell’interazione con i clienti le azioni sono state numerose negli ultimi anni, fra cui:
General Electric: ha creato una tavola periodica delle emoji, coinvolgendo gli utenti sul tema che “c’è scienza ovunque, anche nelle emoji”

WWF: per sensibilizzare riguardo il rischio di estinzione di alcune specie ha utilizzato le emoji che rappresentano gli animali a rischio, chiedendo di condividere il messaggio della campagna su Twitter con #endangeredemojis (qui il video di descrizione https://youtu.be/v26WWHUwj38)

Probabilmente le emoji avranno sempre maggiore peso nella comunicazione e gli indizi sono molti:
– secondo il Telegraph comunicare con le emoji è la lingua con maggiore sviluppo in UK negli ultimi anni
– Instagram dice che dalle analisi Instagram dei post dal 2012 ad oggi si vede un inesorabile declino dello slang usato in internet (lol, xoxo, omg…) a favore dell’uso delle emoji
– il successo della startup Snaps che permette ai brand di creare set di emoji personalizzate che possono essere scambiate dagli utenti più affezionati al brand

C’è da aspettarsi che il ricorso a questo tipo di rappresentazione grafica conosca un ulteriore sviluppo nei prossimi mesi, favorendo nuovi messaggi e nuovi usi delle emoji da parte delle aziende, della associazioni e dei brand.
Si potrebbero scrivere tantissime altre cose sull’utilizzo delle emoji, ma per spiegarne il successo credo sia meglio utilizzare proprio loro, chiudendo questo post con un video realizzato dall’associazione animalista PETA il cui claim è “al di là delle parole”: un video semplice, chiaro e universale proprio grazie all’uso delle emoji.

[post pubblicato precedentemente su mg7713.wordpress.com]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *